Mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico: Entra nel vivo il coinvolgimento del mondo agricolo a livello regionale nel progetto LIFE BEWARE -Prossimamente

Il progetto europeo LIFE “BEWARE – Better Water Management for Advancing Resilient Communities in Europe” ha come obiettivo principale quello di realizzare una strategia di adattamento al cambiamento climatico e al rischio di alluvioni in aree urbane e rurali, attraverso il coinvolgimento attivo delle comunità locali. Una corretta gestione delle risorse idriche e l’adozione di misure di mitigazione e adattamento al rischio idrogeologico è fondamentale per l’applicazione di buone pratiche agrícola e forestali. A questo scopo, il progetto BEWARE ha in programa una serie di incontri formativi rivolti gli agricoltori sulle misure per la buona gestione dell’acqua in ambito agricolo.

Gli agricoltori rappresentati dalle principali associazioni di categoria, si incontreranno al tavolo tecnico per valutare soluzioni e opportunità che favoriscano una mitigazione del rischio idraulico. L’iniziativa, indetta da Veneto Agricoltura in collaborazione con il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali (TESAF) dell’Università di Padova, ha lo scopo di far emergere come viene percepito dagli agricoltori il rischio idraulico in tutte le sue declinazioni. Tanti, infatti, sono gli aspetti che si legano al concetto di mitigazione idraulica del territorio, non sempre tenuti in debita considerazione dalle istituzioni. Basti pensare, ad esempio, al problema degli inquinanti trasportati dai corsi d’acqua, al tema dei costi di esproprio/occupazione, ai mancati redditi e/o danni diretti e indiretti da alluvionamento o prolungata siccità, alla competizione per gli usi dell’acqua.

Alla conclusione degli incontri (a oggi ne sono previsti 4) verrà redatto un position paper indirizzato alle istituzioni sia regionali che comunitarie. In questo documento verranno riprese le conclusioni tratte dal tavolo tecnico che potranno essere utili agli amministratori nell’approntare il nuovo Piano di Sviluppo Rurale, al fine di dare efficacia alle richieste del territorio. Oltre a questo lavoro, sarà poi organizzata una visita studio presso aziende agricole opportunamente individuate per conoscere dal vivo alcune soluzioni già adottate in tema di resilienza e risparmio idrico. Infine, si organizzeranno due incontri serali per presentare l’esito di quanto fatto e ricevere ulteriori feedback, in un’ottica di processo partecipativo.

Canva - Rice Field
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.