Al via a Santorso e a Marano Vicentino gli interventi per la ritenzione naturale delle acque

Entra nel vivo il progetto europeo LIFE BEWARE con l’avvio degli interventi per la messa in sicurezza idraulica del territorio nei Comuni di Santorso e di Marano Vicentino, e per la gestione virtuosa delle risorse idriche.

Queste opere, in termini tecnici, sono chiamate “Natural Water Retention Measures” (NWRMs), ovvero “Misure di ritenzione naturale delle acque” e il progetto ne prevede in tutto sette, sia in ambito urbano che agricolo: cinque saranno realizzate a Santorso, una a Marano e una in località Giavenale, nel Comune di Schio.

A Santorso, in Piazza della Libertà, sono iniziati i lavori per la costruzione di un giardino pluviale e di un’aiuola di bioritenzione, con la messa a dimora di 40 piante arbustive e 65 piante erbacee. L’intervento ha lo scopo di favorire la gestione e l’infiltrazione delle acque piovane che scorrono sulla superficie impermeabile di asfalto del parcheggio. Grazie a queste nuove opere, infatti, saranno ridotti e migliorati di qualità i volumi d’acqua che si producono durante le precipitazioni intense, rendendo il sistema di drenaggio urbano più sicuro contribuendo, al contempo, al miglioramento estetico dell’area. L’intervento è stato progettato dagli esperti del Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali (TESAF) dell’Università di Padova, partner del progetto BEWARE, che supervisioneranno anche la realizzazione dell’opera.

Nel Comune di Marano Vicentino invece i lavori sono seguiti dal Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, partner di progetto incaricato della realizzazione di un micro-bacino di 2.500 metri cubi. Il “laghetto” ha una duplice finalità: trattenere e rallentare il deflusso dell’acqua verso valle; garantire, anche in periodi di siccità, la risorsa idrica alle attività agricole della zona. Anche in questo caso il progetto ha voluto unire l’utilità idraulica dell’opera alla valorizzazione estetica dell’area: il bacino sarà infatti circondato da una fascia di vegetazione tipica dei territori di pianura veneti a cura di Veneto Agricoltura, partner del progetto, che interverrà anche in altri degli interventi di BEWARE con lo scopo di aumentare la biodiversità della zona e creare habitat in grado di accogliere la fauna selvatica.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.